Categoria: Smart City

Milano smart city: approvato il primo piano integrale in Italia

Anche l’Italia avrà la sua prima smart city integrale. Il Consiglio comunale di Segrate, in provincia di Milano, ha infatti approvato all’unanimità il Piano Integrato di Intervento per dare inizio a quelle piccole modifiche che porteranno ad avere una Smart City integrale. La formalizzazione per questa convenzione urbanistica arriverà entro l’inizio dell’estate 2017 e i lavori potrebbero già iniziare intorno all’autunno 2017, più precisamente in ottobre.

Grazie a Milano4You si potranno così unire le migliori innovazioni tecnologiche al fine di vivere in modo sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e della mobilità. Si farà affidamento a un progetto che ospiterà circa 90 mila mq di superficie edificata, con residenze private, ville, aree commerciali, un centro culturale, una residenza per anziani e un parco di 80 mila mq. Tale progetto è stato affidato allo studio tecnico Sagnelli Associati.

Brescia smart city: parcheggi e illuminazioni intelligenti targati ZTE

Diverse città italiane sono pronte a diventare “smart cities”. In modo particolare è Brescia a voler puntare su questo progetto andando a stringere un accordo con Zte, compagnia cinese. L’idea è quella di poter avviare un accordo per diventare una città intelligente e sostenibile. In che modo? Zte punta su tre diversi elementi: i servizi cloud, utili per garantire l’archiviazione dei dati, le reti in fibra per facilitare la connessione internet potenziandola e infine sensori di mappatura in 3D per la mappatura del territorio.

Ad oggi la multinazionale cinese ha avuto modo di sperimentare questo progetto in 40 paesi europei per un totale di 140 realtà tra Asia, Africa e America latina.

Che ne sarà di Brescia come smart city?

La prima rivoluzione tecnologica nella provincia di Brescia permetterà di applicare il cosiddetto “Smart Roadside parking”. Si tratta di un sistema che serve per poter ridurre il traffico, andando a concentrarsi sulla ricerca di parcheggio. Grazie a un’apposita app si potrà segnalare agli utenti i parcheggi a disposizione, indicando un percorso rapido da seguire e le aree di sosta più vicine. Secondo le stime fatte in questo modo sarà possibile ottenere una riduzione del traffico del 30%. Inoltre è prevista la possibilità di andare a estendere il tempo di permanenza in un parcheggio, effettuando un pagamento online senza dover così raggiungere l’auto.